23Novembre

Bruno Contenotte

LA METAFISICA QUANTICA

Dal 21 ottobre al 22 dicembre 2016
Inaugurazione: 20 ottobrebre 2016, ore 17.30        

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  

La Galleria Allegra Ravizza è lieta di presentare la mostra personale di Bruno Contenotte, artista che fin dalle prime ricerche degli anni ’50, impone un cambiamento delle nostre idee sulla realtà oggettiva. Fondamentale è l’abbandono di un’analisi del mondo in termini di parti relativamente autonome che esistono separatamente seppure interagenti. L’enfasi principale è posta sull’integrità indivisibile, tra mondo interno e mondo esterno. Come si può risolvere il paradosso circolare implicito nel fatto che il mondo macroscopico determini la realtà microscopica dalla quale a sua volta è formato? 

Contenotte dà risposta al quesito creando in pittura la Metafisica quantica su cui baserà tutta la sua ricerca realizzando dipinti, luci psichedeliche, proiezioni a spazio metamorfico, il Translumen, la Transluminazione architettonica, le piastrelle del Tao, il Luminoscopio, il Metamultiplex e la Transmecart.

La Metafisica quantica è un poema, un programma e un atto di fede nella spiritualità della materia” (P. Restany, 1974)

In mostra, una quindicina di opere che raccontano l’essenza di questo sentimento di ricerca dell’artista che consiste nel fermare i fluidi in movimento come studio sulla realtà tangibile del vuoto immateriale e dell’energia cosmica.

Fu molto seguito nella sua carriera dal noto critico Pierre Restany che scrisse svariati testi sul suo percorso artistico e dall’illuminato gallerista Guido Le Noci che gli permise di presentare le sue mostre più sperimentali presso la Galleria Apollinaire di Milano.

 

 

Ufficio stampa:

Giuliana Montrasio Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

 

                     

 

Posted in Mostre